Preambolo

La Costituzione del Regno di Dio [Cheon Il Guk]

Preambolo

La Cheon Il Guk, il Regno di Dio (e/o il Regno dei Cieli), una vera nazione sovrana non esiste ancora in questo mondo, ma è il tanto atteso culmine della fine dei tempi, profetizzato nelle Scritture bibliche. Il Principio Divino e il curriculum degli Otto Grandi Libri rivelati dal Vero Padre, il Cristo del Secondo Avvento, sono la fondazione spirituale di questa Costituzione. È sulla base di queste verità eterne che la futura nazione della Cheon Il Guk sarà stabilita politicamente e legalmente.

Questa Costituzione non è la Costituzione ecclesiastica di una chiesa o di un corpo religioso, ma è la Costituzione per una futura e reale nazione sovrana, il frutto letterale della Provvidenza di Dio. Tutta la storia attende e desidera ardentemente questo Regno di Dio che verrà.

È con questa aspettativa futura che io, Hyung Jin Moon, il Successore Incoronato e Corpo Rappresentativo dei Veri Genitori Cosmici del Cielo e della Terra, ed erede a pieno titolo della Regalità di Dio, con tutta l’autorità conferitami da mio Padre Sun Myung Moon – il Vero Padre, il Messia, il Signore del Secondo Avvento e il Re dei Re – dichiaro che tutti i cittadini del Regno dei Cieli, la Cheon Il Guk, sono figli sovrani del Dio onnipotente, di Cristo che si è fatto carne e ci ha dato una grazia incommensurabile innestandoci nella vita di Dio, nell’amore di Dio e nel lignaggio di Dio. Questo conferisce a tutti gli esseri umani del Regno di Dio dei diritti immutabili e inalienabili, che hanno origine dal loro Creatore, Dio stesso, attraverso la Regalità fisica di Cristo stabilita al tempo del suo Secondo Avvento come il Vero Padre, Sun Myung Moon.

L’instaurazione della Regalità di Dio segna la fine delle sovranità di Satana, della passata tirannia e dominazione sui popoli di questo mondo nel corso del tempo. Con la completa vittoria del Vero Padre, Sun Myung Moon, il Re dei Re e Signore dei Signori, sono state realizzate le condizioni per stabilire il Regno fisico di Dio su questa terra.

Tuttavia, a causa del fallimento della Madre Han all'ultimo momento, il mondo sta andando verso un periodo di giudizio anziché di benedizione e la provvidenza è stata estesa nel corso di tre generazioni alle Tre Regalità di Dio.

All'inizio della storia umana, nel Giardino di Eden doveva essere stabilito il mondo originale di Dio, un mondo di libertà, indipendenza, coscienza e rapporto con Dio. Doveva essere un mondo dove gli arcangeli potenti sarebbero stati i servi dei figli di Dio.

Tuttavia, a causa della caduta, Eva commise adulterio con l’Arcangelo e tentò Adamo inducendolo a peccare contro Dio. Così, fu stabilito il mondo del dominio di Satana sull'umanità e la storia ha mostrato che i poteri centralizzati, siano essi nei governi, nelle religioni o nelle finanze, usano strutture artificiali o il potere per dominare l’umanità, a volte sottraendo gradualmente le libertà, a volte eliminandole con la forza bruta.

Deve essere stabilito il Regno di Dio sulla terra dove le strutture artificiali di potere, che rappresentano Satana, non domineranno mai più l’umanità e il genere umano. Il ruolo delle Regalità di Dio deve essere quello di preservare e proteggere questo patto tra Dio e i popoli di questo mondo.

È responsabilità assoluta dei futuri sovrani del lignaggio diretto di Dio rinnovare questo giuramento e questo patto ad ogni successiva generazione. I futuri re del Regno di Dio, la Cheon Il Guk, che violeranno questo patto assolutamente sacro tra Dio e il Suo popolo, rappresentato come gli “Stati Uniti della Cheon Il Guk”, attireranno su loro stessi ogni genere di maledizioni e saranno giudicati spietatamente dal mondo spirituale e dal Dio Onnipotente. Sia questo un terribile avvertimento ai futuri Re della Cheon Il Guk.

Nella Cerimonia di Incoronazione della Regalità di Dio il 13 gennaio 2001, il Vero Padre, il Messia, il Signore del Secondo Avvento e il Re dei Re ha dichiarato che: «L’articolo 1 della Costituzione del Regno dei Cieli è non macchiare la linea di sangue... Il secondo punto è non violare i diritti umani e il terzo punto è non rubare il denaro pubblico (Nak chwi), usando le proprietà pubbliche per se stessi».

Ora io, Hyung Jin Moon, prendendo il mio legittimo posto come Re della Seconda Regalità del Regno di Dio, la Cheon Il Guk, come Successore Incoronato e Corpo Rappresentativo dei Veri Genitori Cosmici del Cielo e della Terra ed erede a pieno titolo della Sovranità di Dio, con tutta l’autorità conferitami da mio Padre Sun Myung Moon – il Vero Padre, il Messia, il Signore del Secondo Avvento e il Re dei Re – dichiaro la seguente immutabile e inalterabile “Costituzione della Cheon Il Guk”, alle cui enumerazioni NON saranno MAI apportate riduzioni o aggiunte.